theroverbanner1giugno2014psd.jpg
RobertPattinsonMoms

Traduzione italiana / inglese versione Robert Pattinson su “Story” (Russia)

by on apr.11, 2011, under Interviste

Traduzione dal russo all’italiano grazie alla nostra Paola. La rivista costituisce una versione in russo di una rivista ucraina. (n.b)

Firmato: Oleg Cistjakov

L’ epoca della Grande Depressione ha fatto più di una volta da sfondo a film bellissimi. Questa volta vi rimane coinvolto uno studente di veterinaria che non ha finito gli studi. Per guadagnarsi da vivere, si mette a lavorare in un grandioso show circense. I partners di Pattinson nel film “Acqua agli Elefanti” sono Reese Whiterspoon, nel ruolo della bellissima cavallerizza, di cui il personaggio di Robert si innamora, e l’elefante, crudelmente tormentato dall’ammaestratore, che è anche il marito della cavallerizza. Il film ha tutti gli ingredienti per diventare un successo: l’eroe, l’eroina e un tema toccante con uno sviluppo drammatico. E Robert spera davvero che questo film diventi il suo prossimo passo sulla strada che lo porta lontano da “Twilight”.

La forza dell’illusione
Il veterano e luminare del cinema britannico Michael Caine, ricordando la gioventù, raccontò che, pur essendo già un attore teatrale famoso, non riusciva a sfondare nel cinema. “Un produttore mi disse apertamente: “Michael, il fatto è che tu sembri gay. Io so che tu sei un uomo normale, però assomigli a un gay. Mentre al cinema prendono gay che sembrano uomini normali”. Lo stesso è accaduto a Robert Pattinson: da ragazzino interpretava ruoli da protagonista in un teatro di Londra, ma i castings per i progetti cinematografici finivano nel nulla. “In seguito seppi che il mio agente mi presentava come “la variante maschile di Keira Knightley”. Io rimasi sconcertato – che cosa doveva pensare di me la gente, dopo aver appreso questa caratteristica? Che ero uno che mettevo continuamente il broncio?”

Sollazzi familiari
In effetti un po’ di somiglianza con Keira Knightley ha aiutato molto Robert nella fanciullezza – non aveva problemi con i soldi per le piccole spese. “A 12 anni ero piuttosto alto, ma sembravo una ragazza. Le mie sorelle maggiori, Lizzie e Victoria, mi mettevano i loro vestiti e mi presentavano agli ospiti come la loro sorellina Claudia”. Nel business dei modelli è apprezzato il tipo “ragazzo-ragazza (androgino)”, e quando mi portarono in un’agenzia, le offerte iniziarono a fioccare una dopo l’altra”. Nell’agenzia per modelli, Robert capitò grazie alla madre, che lavorava per la stessa agenzia ed era responsabile per la ricerca di nuovi talenti ) il padre di Robert commerciava e tuttora commercia in automobili vintage). La madre logicamente pensò: perché cercare nuovi talenti chissà dove, se questo talento sta nella stanza accanto? E’ vero che il “talento” si esaurì presto. “Crescendo, i tratti maschili si fecero troppo evidenti e le proposte cessarono a poco a poco. La mia è stata la carriera da modello più fallimentare della storia del business”. Per fortuna, Robert si appassionò all’arte drammatica e decise di intraprendere una carriera nel cinema.

La tesi di Mikey
Se nel campo dei modelli vieni considerato un macho, non è detto che nel cinema ti tocchi la stessa reputazione. Come detto prima, l’agente posizionava Pattinson in modo sbagliato, facendo leva sul suo aspetto esteriore “dolciastro”. nel 2005 Pattinson ebbe la grande fortuna di recitare un piccolo ruolo del film “Harry Potter e il Calice di fuoco”, ma anche questo non servì per lanciare la sua carriera. Allora Robert seguì le orme di Mikey Rourke. Costui da giovane si vergognava della sua bellezza e si fece più virile dimostrando disprezzo per l’igiene personale – si sbarbava raramente, ancora più raramente si lavava i denti e non si lavava affatto. Pattinson non è arrivato al punto di rifuggire completamente dal sapone, ma l’abbigliamento trasandato, la barba non fatta, e la zazzera non lavata sono diventate componenti della sua immagine corrente. E’ vero che a guardare bene, la barba incolta diventa una “peluria rasata ad arte” (come capita di esprimersi nei paesi di lingua anglosassone) e i capelli disordinati e untuosi appaiono il risultato di una continua applicazione di gel per capelli. Una cosa è chiara: Pattinson possiede una schiera di ammiratrici ed egli è abbastanza intelligente da non farle scappare spaventate.

Ossessione di massa
Whiterspoon, partner di Pattinson nel film Acqua per gli elefanti, e una delle attrici più pagate del mondo, è rimasta colpita dal fanatismo delle sue fans. Lei può tranquillamente camminare per strade anche molto affollate senza suscitare alcuna isteria. “Era una specie di follia. le riprese si svolgevano in pieno deserto, ma già alle cinque del mattino comparivano dal nulla interi gruppi di ragazze che volevano vedere Robert”. Una volta le sue ammiratrici hanno rischiato un colpo al cuore: Pattinson apparve con il labbro inferiore rotto. Le paure si rivelarono infondate, perché l’attore era al trucco, dunque il taglio gli era stato fatto per esigenze di copione. Lo studio non svela i dettagli della storia, ma, a giudicare da tutto quello che sappiamo, scene forti nel film ce ne saranno in abbondanza. A proposito Reese Whiterspoon, unica puritana di Hollywood, per la prima volta nella sua carriera ha acconsentito a girare scene intime, e fino a che punto veramente Reese ha rinunciato alla sua verecondia, lo sapremo vedendo il film.

Mordimi!

Reese non si stupirebbe così tanto degli eventi accaduti sul set, se fosse a conoscenza delle disavventure “twilightiane” nella vita di Robert. Alla vigilia della première della seconda parte di Twilight, un affolla di ragazze (qualcuna con la scritta sulla fronte “Mordimi”) non si allontanò per un giorno e mezzo da Leicester Square, per essere all’ingresso del cinematografo per l’inizio della première e avere la possibilità di vedere da vicino il loro idolo. E lo videro, ma di sfuggita: quando Pattinson apparve sulla piazza, migliaia di mani si protesero verso di lui, il cordone di sicurezza vacillò e alle guardie del corpo toccò trascinare l’attore dentro al cinema. Robert s’innervosì così tanto, che dopo la première si prese una bella sbronza.

La fama gli risulta pesante perché ha paura della folla, si sente estremamente a disagio al centro dell’attenzione, e non conduce una vita da celebrità. Nondimeno, alle pene della popolarità Pattinson si rapporta con filosofia. “Ogni volta che ho la tentazione di lamentarmi del destino, mi ricordo che potrei essere in un negozio a vendere scarpe”.

La gioia delle donne

Pattinson afferma che la maggior parte del gentil sesso impazzisce non per lui, ma per Edward Cullen. A questo proposito, non capisce come mai il suo personaggio (e lui di conseguenza) sia diventato un idolo del sesso:”E’ del tutto evidente che Twilight sia una metafora della castità”.

Acqua agli Elefanti è la grande opportunità di Robert di apparire in un ruolo non solo fortemente drammatico, ma, per così dire, anche non del tutto casto. Non si capisce che cosa farà l’attore della sua popolarità dopo questo, ma noi siamo sicuri che Robert ce la farà. Alla fin fine, non è solo bello, ma anche pieno di talento.

*********************************************************************************

English version by Fiammy

Great Depression Era did more than once a beautiful backdrop for movies. This time there is involved a veterinary student who has not finished his studies. To earn a living, he began to work in a great circus show. The partners of Pattinson in the movie “Water for Elephants”; are Reese Witherspoon in the role of the beautiful star attraction , whose character falls in love with Robert, and the elephant, cruelly tormented from its trainer, who is also the star attraction’s husband. The film has all the ingredients to become a success: the hero, heroine and a touching theme with a dramatic development. Robert really hopes this film becomes his next step on the road that leads him away from “Twilight.”

The strength of the illusion
Veteran and luminary of British cinema Michael Caine, remembering the youth, said that, despite being already a famous stage actor, he could not break into cinema. “One producer told me openly; Michael, the fact is that you seem gay. I know you’e a normal man, but you look like a gay. While the movies often choose gay men who seem normal.”The same thing happened to Robert Pattinson as a kid he played leading roles in a London theater, but his castings for movies projects ended in nothing. ” Later I learned that my agent I introduce myself as “the male version of Keira Knightley.”; I was left baffled – what would people think of me, after learning this feature? I was one that will constantly sulking? “;

Family entertainments

But the resemblance to Keira Knightley has helped Robert in childhood – he had no problem with money for minor expenses. When I was 12 years I was pretty high, but I looked like a girl. My older sisters, Lizzie and Victoria, they put their clothes on me and presented me to guests as their sister Claudia”; In the models business androgynous are appreciated , and when they took me to an agency, bidding began flocking to one after the other”; As a model in the agency, Robert happened thanks to his mother, who worked for the same agency and was responsible for finding new talents) while the father of Robert traded and still trades in vintage cars). The mother obviously thought not to look for new talent, because new talent (her son) was in her house.But his “talent” ; ran out early. I grew up, and the fact that I was a male became too obvious and proposals ceased gradually. My career has been the worst model career of all history”;Fortunately, Robert became interested in the dramatic art and decided to pursue a career in cinema.

Mickey Rourke’s thesis

If in the field of models macho guys are not considered , it is not necessarily so in cinema n. As mentioned earlier, Pattinson’s agent positioned him incorrectly, relying on its look “sweet”;. Pattinson in 2005 had the great fortune to play a small role in the film “Harry Potter and the Goblet of Fire”;, but this role only served to launch his career. Then he followed the footsteps of Mikey Rourke. Rourke was young and he was ashamed of his beauty and became more virile showing disdain for personal hygiene – rarely shaved, more rarely brushed his teeth and does not wash at all. Pattinson has not reached the point of escape completely from the soap, but the shabby clothes, his “not well done” beard , and the seemed unwashed hair became members of his current image. But looking a little closer to him he has facial hair shaved to art; (as they says in the English-speaking countries) and the messy hair look greasy, and the result of a continuous application of hair gel. One thing is clear: Pattinson has a host of admirers and he is smart enough not to scare them away.

object of an obsession of the masses

Witherspoon, partner of Pattinson in the movie Water for elephants, and one of the highest-paid actresses in the world, was struck by the fanaticism of his fans.She cancan safely walk the streets too crowded without causing any hysteria. “It was a kind of madness. The shooting took place in the desert, but even at five in the morning appeared out of nowhere an entire group of girls who wanted to see Robert.”; Once his admirers have risked a shot to the heart, Pattinson appeared with his lower lip broken. The fears proved unfounded, as he was a make up for the movie , so the cut had been done to script requirements. The study does not reveal the details of the story, but, judging from all we know, strong scenes in the film there will be plenty. About Reese Witherspoon, one of the puritanical Hollywood actress, for the first time in his career she has agreed to shoot intimate scenes, and until what point Reese has really abandoned her modesty, We will know seeing the film.

Bite me!

Reese had not to be surprised so much of what happened on set, if she were aware of the twilight misadventures in Robert’s life. On the eve of the premiere of the second part of Twilight, a crowd of girls (some with the inscription on their face “Bite me”;) stayed a day and a half inLeicester Square, to be at the cinema for the premiere early and be able to see their idol up close. And they saw him, but in passing: when Pattinson appeared on the square, thousands of hands leaned toward him, the security cordon and staggered to the bodyguards drag touched the actor in the cinema. Robert became so nervous that after the premiere he took a solumn hangover.

Fame is heavy for him because he is afraid of the crowd, he feels extremely uncomfortable in the spotlight, and does not lead a life of celebrity. However, Pattinson relates with the sufferings of the popularity with philosophy.
“Every time I get tempted to complain my fate, I remember that I could be in a shop to sell shoes”

Women’s joy

Pattinson says that most of women do not go crazy for him, but for Edward Cullen. In this regard, he does not understand why his character (and he accordingly) has become an sex idol: “It ‘s quite obvious that Twilight is a metaphor for chastity”;

Water for Elephants is a great opportunity for Robert to appear in a role not only very dramatic, but, so to speak, although not entirely chaste. It is not clear what will make the actor’s popularity after this, but we are confident that Robert will do it. In the end, he is not only beautiful but also talented.

:, , , , , , , , , , ,

2 Commenti per questo articolo

  • ellevi

    Vorrei condividere con voi una mia riflessione.
    In queste ultime settimane abbiamo visto e letto molti servizi e interviste a Robert. E devo dire che quello che mi ha più deluso è stato quello di Vanity Fair America. L’intervista mi ha lasciato quasi un senso di angoscia (la giornalista è stata forse sfortunata e ha incontrato un Rob in giornata nera??!!) e il servizio fotografico (eccetto la foto in auto e quella al piano) mi ha proprio deluso. E stranamente, perché di solito i servizi di VF sono a dir poco notevoli: quello di Bruce Weber toglieva il fiato e il primo, quello di Peggie Sirota fatto a tutto il cast di Twilight, era da infarto!! Ricordo che quando ho visto per la prima volta il relativo video della durata di un’ora intera non riuscivo più a riprendermi!! Lì Robert era eccezionale!!! Ma stavolta …
    Voi che ne dite?

  • grizabella

    Cara Ellevi : ho appena finito di scrivere la mia riflessione , riguardo a questa tua identica domanda ,su un post precedente : ” Parlare Rob & Reese su Water for Elephant In Marionnaud ( Svizzera ) ” :)
    Poichè è risultata una roba lunghetta , ti ci rimando ,per cortesia . :)

4 Trackbacks / Pingbacks for this entry

Food Rations