theroverbanner1giugno2014psd.jpg
RobertPattinsonMoms

Intervista a Robert Pattinson su La Stampa.it/ Interview to Robert Pattinson (La Stampa.it)

by on apr.05, 2011, under Interviste

da La Stampa.it

Robert Pattinson “Così il circo cambia la vita”

La star del film “Come l’acqua per gli elefanti” “Dagli animali s’impara rispetto e sensibilità”

LORENZO SORIA

LOS ANGELES

Si dice che il treno passi una sola volta, una metafora per suggerire che dobbiamo prendere al volo le occasioni che ci sono offerte dalla vita e che potrebbero non ripresentarsi più.

Jacob Jankowski sale su un treno in corsa che è quello di un circo itinerante e inizia così un’avventura che cambierà la sua vita. Lì conoscerà Marlena, la stella del circo, radiosa nella sua bellezza quando si esibisce con i cavalli bianchi, e Rosie, un’elefantessa imponente quanto dolce e amichevole.

In breve è la trama di Come l’acqua per gli elefanti, bestseller di Sarah Gruen, ora film con la regia di Francis Lawrence. Per i milioni di fan della serie Twilight, questa è anche la pellicola con protagonista Robert Pattinson, che finito di girare gli ultimi due film della serie, intende uscire dalla gabbia d’oro di vampiro pericoloso quanto affascinante per trovare una sua nuova identità di attore. In Come l’acqua per gli elefanti è appunto Jacob, il quasi-veterinario che si imbarca in un’avventura che segnerà la sua vita. Marlena è Reese Witherspoon, mentre Christopher Waltz è August, il padrone del circo che, un po’ come il suo colonnello Landa di Inglorious Basterds, sa essere soavemente seducente ma anche di una crudeltà infinita.
Rob Pattinson oggi ha un paio di pantaloni militari, scarponcini slacciati, una camicia con le maniche corte e l’aria, come sempre, di uno appena sbalzato fuori dal letto.

Pattinson, come è stato essere su un set con elefanti, leoni e giraffe?
«È un po’ come se avessi incontrato un sacco di nuove persone molto interessanti, a cominciare da Tai, il nostro elefante, che è un caso unico di intelligenza e di sensibilità. Tratto gli animali come tratto le persone, con rispetto».

Che cosa rappresenta per lei il circo? Ci andava da bambino?

«Ci sono andato una volta, quando avevo sette anni. Mia sorella mi ha spaventato dicendomi che uno dei clown era morto e solo a 19 anni mi ha raccontato che non era vero. Non ci sono più tornato, ma trovo l’idea del circo molto affascinante, è un ambiente che ti trasporta in un altro mondo».

A fine anno esce nelle sale il numero quattro della serie «Twilight». E si dice che sotto la regia di Bill Condon il suo vampiro diventerà più pericoloso.
«Ci sarà più rabbia. Ma così va il libro e Condon non ha avuto timore di prendere questa strada».

Che cosa fa per ricaricarsi?
«Sono quattro ani che lavoro molto e inizio a pensare che le mie batterie si stiano un po’ scaricando. Sono molto contento della mia vita, ma vorrei avere più controllo sul mio lavoro. Vorrei più tempo per poter scrivere e più tempo in assoluto, non avere questa sensazione di essere sempre di corsa».

Sta pensando di scrivere una sceneggiatura?
«Considerate le sceneggiature che leggo e i film che mi capita di vedere, mi domando spesso quale sia il criterio secondo cui certe sceneggiature poi vengono anche prodotte. Ogni tanto butto giù delle idee, quando avrò del tempo libero spero di scrivere qualcosa».

Nel frattempo non può muoversi liberamente senza l’assalto dei fan.
«Capita più in America che quando torno a Londra, dove i fan sono più rispettosi e dove a fermarmi sono soprattutto gli americani e voi italiani. Non posso passeggiare per Times Square, ma la mia vita non è cambiata molto se non per il fatto che lavoro moltissimo. E poi sì, cerco di preservare la mia privacy, ma non sono così chiuso e riservato come tanti pensano».

******************************************************************************

English Version- “How circus changes life”- Interview to Robert Pattinson

It is said that the train passes once,  a metaphor to suggest that we must take the fly  when there are opportunities offered by life and these could not recur again.

Jacob Jankowski gets on a train from a traveling circus and so he begins an adventure that will change his life. There he will know Marlena, the star of the circus, radiant in her beauty when she performs with the white horses, and Rosie, an  impressive as sweet and friendly elephant.

In a nutshell, this is the plot of Water for Elephants, Sara Gruen’s bestseller, now  a movie directed by Francis Lawrence. For the millions of fans of the Twilight series, this is also the film starring Robert Pattinson, who finished filming the last two films in the serie, and he intends to leave the golden cage of vampire dangerous as it is fascinating to find its new identity as an actor . In Water for Elephants he is just Jacob, the quasi-vet who embarks himself  on an adventure that will mark his life. Marlena is Reese Witherspoon, while Christopher Waltz is August, the owner of the circus, a bit ‘as its Colonel Landa’s Inglourious Basterds,  able to be softly seductive but also capable of an infinite cruelty.
Rob Pattinson now has a pair of army pants, shoes untied, shirt with short sleeves , as always,  seems just thrown out of bed.

Pattinson,  how was to be on a set with elephants, lions and giraffes?
“It’s a bit ‘like I’ve met a lot of new interesting people, beginning with Tai, our elephant, which is a unique case of intelligence and sensitivity. Treat animals as people stretch, with respect. ”

What does it mean to you  circus? You went there as a child?

“I went there once when I was seven. My sister told me  and  scared me a clown had died and only when I was 19 years she told me that  it was not true. I did not come back to circus  anymore, but I find the idea of ??the circus very charming, it is an environment that transports you to another world. ”

At the end of the year will hit the theaters  ”Twilight” movie  number four.”  Someone says that under the direction of Bill Condon his vampire will become more dangerous.
“There will be more anger. But so goes the book and Condon was not  afraid to take that path.

What do you do to recharge?
“I work hard since four years now and I start to think that my batteries are being a bit ‘low. I am very happy with my life, but I would have more control over my work. I would like more time to write and more time at all, do not have this feeling of being on the run. ”

Are you thinking of writing a screenplay?

“Considering the scripts I read and movies I’ve ever seen, I often wonder about what is the criterion that make some scripts to be produced into movies.  Sometimes I write  down ideas when I have free time, I hope to write something. ”

In the meantime, you can not move freely without the onslaught of fans.
“It happens more in America than when I go back to London, wherefans are more respectful. Generally are Americans and Italians fans that asked me to stop when I walk.

I can not walk through Times Square, but my life has not changed much, if not for the fact that I work a lot. And yes, I try to preserve my privacy, but  I’m  not so shy and reserved as many think about me “

:, , , , , ,

13 Trackbacks / Pingbacks for this entry

Food Rations