theroverbanner1giugno2014psd.jpg
RobertPattinsonMoms

Bill Condon dirigerà Breaking Dawn-Stephenie Meyer come produttrice / Bill Condon Confirmed as director for Breaking Dawn- Stephenie Meyer as productor

by on apr.28, 2010, under Interviste

Il Twilight Lexicon, la più importante fonte di notizie dal mondo Twilighters, oltre ai canali ufficiali della Summit, dà oggi la notizia ufficiale: Bill Condon sarà il regista del 4 film della Twilight Saga, Breaking Dawn.

Stephenie Meyer sarà produttrice della pellicola insieme con Wyck Godfrey e Karen Rosenfelt

E’ noto presso il pubblico soprattutto per l’adattamento cinematografico di Dreamgirls , l’acclamato  musical di Broadway liberamente ispirato alla carriera del gruppo musicale The Supremes con la Motown Records .

Twilight Lexicon gives today the official news:Bill Condon will be the Director of The Twilight Saga: Breaking Dawn

questa la sua filmografia (come regista)

e come sceneggiatore e autore

I nostri migliori auguri al nuovo e ormai confermato regista e incrociamo le dita affinchè il suo lavoro e il lavoro di tutto il cast tecnico e artistico diano vita ad un bel film

source: wikipedia ,  twilight lexicon

Comunicato ufficiale Summit:

Los Angeles, CA  April 28, 2010 – Summit Entertainment has confirmed that Academy Award® winner Bill Condon will direct THE TWILIGHT SAGA: BREAKING DAWN, based on the fourth novel in author Stephenie Meyer’s Twilight series.  THE TWILIGHT SAGA: BREAKING DAWN, is currently being written by Melissa Rosenberg, and will star Kristen Stewart, Robert Pattinson and Taylor Lautner.   Wyck Godfrey, Karen Rosenfelt, and Stephenie Meyer will produce the project.

“Bringing Stephenie Meyer’s BREAKING DAWN to the screen requires a graceful and intelligent hand and we believe Bill Condon is exactly the right steward, having shown equal and abundant talents of immense creativity and subtle sensitivity,” said Erik Feig, President of Production and Acquisitions, for Summit Entertainment.

Added author Stephenie Meyer, “I’m so thrilled that Bill wants to work with us. I think he’s going to be a great fit, and I’m excited to see what he does with the material.”

“I’m very excited to get the chance to bring the climax of this saga to life on-screen. As fans of the series know, this is a one-of-a-kind book – and we’re hoping to create an equally unique cinematic experience,” said Bill Condon.

THE TWILIGHT SAGA: BREAKING DAWN illuminates the secrets and mysteries of this spellbinding romantic epic that has entranced millions.

Condon is well known for writing and directing DREAMGIRLS, KINSEY, and GODS AND MONSTERS, for which he won the Academy Award for Best Adapted Screenplay in 1999.  He was nominated for a second Oscar for his screenplay for the movie musical CHICAGO in 2003.  Most recently the multi-hyphenate directed the pilot episode for the Showtime series “The Big C” and produced the 81st Annual Academy Awards telecast, hosted by Hugh Jackman.

The third film in the franchise, THE TWILIGHT SAGA: ECLIPSE is due in theaters on June 30, 2010.

:, , , , , ,

9 Commenti per questo articolo

  • Lilith

    scusate.. a parte the Others non ho visto altro… che ne pensate ??

  • Cinzia

    Mah!!!Che dire…Speriamo beneeeeeeee :/ …Nn lo conosco nemmeno io…Nn saprei cosa pensare…

  • Liz

    Anche io non so molto di questo regista, staremo a vedere e speriamo!

  • 2old4you

    Certo, se consideriamo la complessità di un testo (tra l’altro,a mio avviso, molto più articolato e narrativamente “felice” rispetto ai precedenti) come Breaking dawn – dove, nell’ordine, compaiono: un matrimonio, con luna di miele narrata con discrezione, ma anche con grandissimo impatto erotico, una gravidanza , un parto e una “vampirizzazione “drammaticissimi e sanguinosi, un “imprinting” tra l’immancabile licantropo e una neonata (?!?), un nuovo e intensissimo rapporto amoroso tra i due protagonisti, un meeting tra vampiri di ogni provenienza e potenziale, uno scontro con un’intera comunità di “mostri” assetati di potere (con annessa – e altamente “magica” -strategia difensiva da parte dei nostri eroi)… Beh, se questo regista-sceneggiatore sarà davvero capace di tradurre in immagini tanta mitologia (Accidenti! Tanto di cappello alla Stephenie Meyer!) sarà quasi un miracolo.

  • 2old4you

    … E che dire della faticaccia della sceneggiatrice Melissa Rosenberg?!? Beh, limitiamoci a sognare e sperare che “lui” abbia lo spazio creativo e la luce espressiva che merita assolutamente!

  • Lilith

    Giusto 2old4you! ma noi siamo già state messe in guarda da Melissa che con testuali parole ha detto : “Thanks for all your thoughts! My feeling is – more or less blood, or more or less graphic violence, sex or childbirthing gore doesn’t define Breaking Dawn. It’s the characters, their journey, their relationships. The other stuff won’t change that. So regardless of the rating, the story, essentially, is the story. …I won’t be able to satisfy ALL fans, but hopefully more fans than less. Keep commenting! xoxo, Mel”

    quindi mettiamoci il cuore in pace che i sarà taaanta forbice ^^.. per il resto incrociamo le dita.. non conosco questo regista ma devo dire che anche degli altri conoscevo al massimo un film .. quindi.. che ci resta da fare se non aspettare e intanto gustarci ( e criticare nel bene o nel male) Eclipse!!

  • Fiammy

    è indubbiamente (lo stavo rileggendo due sere fa) un libro complesso, per molti versi difficile da adattare sullo schermo in poco tempo. Ci sono delle parti che per un pubblico adolescenziale possono essere controverse (il parto, l’imprinting), non tanto per gli adolescenti in sè, che il libro l’hanno già letto, quanto per gli adulti addetti a giudicare ciò che è o meno adatto agli adolescenti. La Summit, dichiaratamente, si attiene alla regola, tipicamente americana del pg 13 (parental guide -13, ovvero, al di sotto dei 13 anni di età è necessaria una supervisione di un adulto per la visione) che rende automaticamente più difficile adattare sullo schermo alcune cose. Ma non impossibile. Basta, visivamente, glissare qua e là. La Meyer del resto non scrive, nel suo testo del sesso esplicito, ma è vero, e concordo con te che è molto erotico, o quanto meno ha una forte componente erotica il rapporto tra Edward e Bella in BD (anche in TW, e anche in EC, ovviamente meno in NM). Per paradosso sarebbe e sarà, se sceglieranno di farlo, più difficile rendere certi dettagli del libro. La nevicata delle piume ad esempio, che letta male si presta a parodie feroci, ma letta per quella che è, ovvero l’estrema dimostrazione che anche nel momento di maggiore comunione fisica ed emotiva di Edward, lui non può lasciarsi andare del tutto, a rischio di mordere/uccidere lei, e quindi le piume finiscono per essere un simbolo dell’amore di Edward verso Bella, o quanto meno, senza simbologie, la rappresentrazione pratica e paradossale del “male minore”.
    Non c’è ancora una definizione precisa sul fatto che sia uno o che siano due i film da trarre da BD…
    Vedremo. Devo vedere qualcosa dei film di questo regista per farmi un’idea. Ammetto che mi sarebbe piaciuta una donna a chiudere la quadrilogia come regista, viste le tematiche dell’ultimo libro.

  • 2old4you

    Care Lilith e Fiammy, concordo con le vs. acute analisi, e anche con le dichiarazioni della sceneggiatrice (finora, almeno, assai abile nel mantenere una sostanziale fedeltà al testo e una certa cura nell’accentuare la prevalenza dei rapporti interpersonali rispetto alla sottolineatura “visivamente esplicitabile” di episodi cruenti o erotici).
    Certo, entrambi i primi film non sono esenti da pecche (superfluo elencarle qui).
    Forse, ci sarebbe voluto più tempo o – se posso osare (ma è un’opinione personale) – , almeno in NM, un (o una?) regista meno “commerciale” e più partecipe.
    Un ultimo rilievo. Mi sembra che il pregio principale dei testi della saga consista nella grande abilità della Meyer nel “suggerire” , senza mai (neppure in BD) “descrivere esplicitamente”, scadendo nel pornografico. E’ così (come direbbe il mio amato Umberto Eco) che si lascia al lettore il compito e la fatica dell’immaginazione; Ripenso a una vecchia analisi di Eco circa la famosa frase : “La sventurata rispose”, che conclude – e riassume – TUTTA la pruriginosa vicenda della Monaca di Monza. Anche la Meyer (si parva licet…) riassume TUTTO il primo rapporto coniugale tra Bella e Edward con una frase che impegna totalmente l’immaginazione del lettore:” [...] e mi trascinò dolcemente verso acque più profonde”. Punto e basta.
    Ecco. Forse ci sarebbe (o ci sarebbe stato) bisogno di registi così “grandi” da regalare – a noi spettatori/spettatrici – il compito e la fatica (piacevole fatica!) dell’immaginazione.
    … Come, del resto, fa proprio questo forum, che stimo ogni giorno di più.

  • Lilith

    Fortunatamente l’unica cosa che non possono censurare è proprio l’immaginazione, e la Meyer ce l’ha fatta usare per benino!
    E’ vero che noi tutte vorremo vedere quel qualcosa in più.. perchè il libro ci permette di immaginare ..il film un po’ meno… e comunque non tanto le scene di sesso.. che anche la Meyer ha molto volutamente saltato, tanto da farmi credere che al mio libro mancasse una pagina ( alla fone del capitolo sono rimasta come una scema a rigirarmi la pagina avanti e indietro, sperando forse che all’improvviso spuntasse un altro paragrafo :-) )..

    Ma sono altre le scene che vorrei non censurassero tipo la scena del letto rotto,le piume.. quella sensazione del risveglio in cui Bella era così felice ed Edward invece no,, in quel momento sentivo tutta la frustrazione di Bella che non riusciva a capire il motivo del comportamento di Bella, il sacrificio di Bella per la piccola nascitura.. etc etc..

1 Trackback or Pingback for this entry

Food Rations